......
................................................... ..... ..... ..... .....

Cerca nel blog

La serie tornerà in onda con la 4° stagione il 13 ottobre. Benvenuti su The Walking Dead Italia.

domenica 24 febbraio 2013

Recensioni 4° volume del fumetto "Un posto sicuro"

Da questo mese verranno pubblicate le migliori recensioni sul fumetto (versione edicola) degli utenti di The Walking Dead Italia. Di seguito troverete 5 recensioni sul 4° volume "Un posto sicuro", uscito nelle edicole Italiane lo scorso 15 febbraio. 

 1 - Recensione by Municchi Alessia
Rick e il suo gruppo sono arrivati, dopo un lungo peregrinare, nei pressi di un’enorme prigione infestata da azzannatori; speranzosi di potervi trovare cibo e un luogo dove ripararsi il gruppo decide di tentare l’impossibile: ripulirla.  L’impresa è più ardua del previsto ma alla fine grazie alla collaborazione di Rick, Tyreesee ed Andrea il gruppo può finalmente entrare; ma nella prigione sono sopravvissuti alcuni detenuti….questa nuova presenza metterà tutti in allarme.
Rick invita a vivere alla prigione Hershel e la sua famiglia; la prigione è, infatti, un posto ideale per ricominciare a vivere tutti assieme…..ma l’equilibrio raggiunto non durerà, un duplice omicidio sconvolgerà tutti quanti……chi sarà l’assassino? Il volume si chiude con l’omicida sul punto di colpire di nuovo, e ci lascia con l’irresistibile voglia di sapere ed adesso che succede????

Ho letteralmente divorato questo volume, trama intensa ricca di colpi di scena!! Veramente fantastica in azione la coppia Rick-Tyreese, formano un duo che non vedo l’ora si componga anche nella serie TV. Trovo notevole il personaggio di Tyreese, un uomo forte e deciso non vedo l’ora di vedere questo duo unito nella serie TV per lottare per la sopravvivenza di tutti.
Notevole la diversità di Lori nel fumetto con il personaggio TV, la trovo più tosta e decisa assolutamente risoluta nel difendere la sua famiglia, e, soprattutto non ha quella connotazione da eterna indecisa della Lori della TV (sarà anche perché Shane nei fumetti è morto presto) ma la trovo un personaggio decisamente più interessante; bella la sua amicizia con Carol, in un mondo dove ormai regnano i morti le due donne si sostengono a vicenda in modo egregio.
Bello il modo con cui i personaggi acquistano spessore in modo graduale e si viene coinvolti nella vicenda. Non vedo l’ora di leggere il prossimo numero!

2 - Recensione by Alessio De Matteo
"Non tutto il male viene per nuocere": potrebbe aver pensato qualcosa del genere Rick Grimes, ex poliziotto di provincia, dopo essere arrivato per caso nella fattoria di Herschel Greene in seguito all'incidente di caccia che ha visto quasi morire suo figlio Carl.

Fuggiti dal complesso residenziale Wiltshire Estates, invaso dai Vaganti, il gruppo di sopravvissuti guidato dal determinato Rick si stabilisce così nella proprietà dei Greene, dove, almeno per un po', sembra ritrovare la serenità dei tempi precedenti l'Apocalisse. Si intrecciano rapidamente nuovi legami, si curano le ferite di chi ha appena perso qualcuno più caro della propria stessa vita, e si tenta di guardare il mondo dal punto di vista degli altri: la maggiore qualità dell'opera di Kirkman e dei suoi valenti collaboratori è, senza ombra di dubbio, l'intrinseca esplorazione dell'animo umano in tutte le sue sfumature, ben lontano da quella che potrebbe sembrare una piatta e banale epopea di fuga dagli zombie. Il 'diverso' più pericoloso non è un mostro che sbava all'idea di addentarti e farti diventare come lui: quello è talmente onesto e sincero da risultare prevedibile, facile da schivare o da abbattere. Quello che davvero ci incute terrore tanto da non farci dormire la notte è un padre di famiglia che non si comporta come la nostra morale riterrebbe corretto, un marito vedovo incapace di razionalizzare e superare il proprio dolore, con chissà quali conseguenze negative, o ancora peggio un amico che non si crede più tale, ma che continua a fare come se niente fosse.

Dunque, mentre alcuni personaggi ritrovano un nuovo slancio verso le cose belle della vita come Glenn e Maggie, altri, come Rick, devono fare i conti con l'instabilità mentale dei compagni di viaggio, forse incapaci di tornare affidabili come erano prima. Differentemente dalle lungaggini della serie tv, in appena tre comic-books la permanenza alla fattoria si conclude in maniera rapida e violenta, anche se non meno dolorosa, e i raggi di speranza sembreranno filtrare a scacchi attraverso le finestre di una prigione da conquistare agli zombie.

3 - Recensione by Leonardo Campinotti
Il quarto volume di questa appassionante serie stupirà i fan che la seguono anche in TV con il suo ritmo incalzante e pieno di colpi di scena. Un posto sicuro, ma sarà poi così sicuro? In un mondo dove tutto è insicuro, dove la vita passa in secondo piano perché il sopravvivere e tutto, una prigione con muri e recinsioni per Rick e amici e il posto più sicuro al mondo, ma per cosa? Per alcuni sarà un principio di inizio, per altri un posto dove poter dormire sonni "tranquilli", un posto per stare sempre insieme, dove una promessa d'amore si può trasformare in tragedia, dove l'incontro con nuovi "amici" divide idealmente Rick e Lori, ma la fame fa fare scelte estreme.
Un posto sicuro dove "restituire" il favore a Hersel che pagherà a caro prezzo, dove il "ritorno" di Shane porta Rick ad allontanarsi dal gruppo per trovare risposte, ma forse troverà solo dubbi.
Dove al suo ritorno il panico, la follia e la rabbia prendono il sopravvento, pochi minuti per riorganizzare le idee e continuare a gioire ma un alone di morte, dopo la non- morte, si aggira intorno al gruppo, scelte giuste?, scelte sbagliate?, intanto...un posto sicuro!

4 - Recensione by Kevin Maldera The Walking Dead arriva al quarto volumetto, intitolato “Un posto sicuro” in cui lo stesso titolo e la medesima copertina dell’albo, tanto semplice quanto azzeccata ed efficace, giocano insieme un ruolo importante di anteprima. La copertina infatti ci mette a tu per tu con un gruppo di morti viventi e ciò che ci separa è solamente una semplice rete metallica facendoci intendere che, momentaneamente, siamo noi al sicuro e che il vero pericolo sia dal’altra parte della recinzione, un mondo totalmente devastato e inumano. Nel volume i nostri personaggi entrano in quella che sembra una prigione abbandonata e disabitata, ma così non é. All’interno trovano quattro individui precisamente ex-detenuti, tale scoperta porta indifferenza in alcuni membri del gruppo di Rick ma non manca chi risulta diffidente nei loro confronti; si susseguono sorprese e colpi di scena che non ci si aspettano, Kirkman è un maestro in questo, ovvero  narrare quanto accade senza momenti vuoti e con una caratterizzazione dei personaggi sempre ben marcati.  C’è chi afferma che uno dei problemi del formato bonelliano sia il formato troppo ridotto che non lascia apprezzare a pieno le tavole disegnate da Charlie Adlard, e personalmente non riscontro questo tipo di problema in nessuno dei quattro volumi finora usciti, disegni che ti sbattono in faccia l’atmosfera nuda e cruda con la quale i nostri personaggi devono vedersela, proprio questo vi farà leggere il volume tutto ad un fiato tanto che l’unico riscontro negativo se vogliamo essere pignoli è che una volta arrivati all’ultima pagina tocca aspettare un altro mese per poter vedere come prosegue la sopravvivenza di Rick e compagnia. Questa non è una zombie saga… è la zombie saga..

5 - Recensione by Sabrina Cornelio
Cari zombie addicted eccoci finalmente ad un nuovo appuntamento con il nostro comic preferito”the walking dead”, dopo esserci lasciati alle spalle il 3° volume della serie che si è chiusa con l'immagine dell'enorme penitenziario, non possiamo non chiederci con un filino di speranza che poco si sposa con le vicissitudini dei protagonisti se quella sarà un base sicura dove il gruppo ormai allo stremo troverà un po' di pace. Rich, Tyreese e Andrea si mettono subito all'opera per ripulire l'esterno della prigione dai morti viventi, alle prime luci del mattino inizia la spedizione interna in cui vengono trovati altri superstiti, tutti detenuti, il motociclista rapinatore Axel, il silenzioso contabile Thomas, uno spacciatore Andrew e l'omicida Dexter che dopo le presentazioni mostrano al gruppo le risorse alimentari della prigione e le varie comodità. I nuovi coinquilini non sono graditi da tutti, soprattutto da Lori che è preoccupata per i bambini ma comunque sembra regnare la pace dopo giorni movimentati, tanto che Rich decide di tornare alla fattoria per convincere Hershel e la sua famiglia a seguirlo nel nuovo riparo e nonostante le incomprensioni passate fra i due, il fattore accetta la proposta lasciando Otis solo a controllare la casa. La tranquillità che traspare da queste pagine è solo apparente perché nuove tragedie sono in agguato e non solo le consuete battaglie con gli zombi ma soprattutto c'è da fare i conti con le ombre dell'animo umano e i vari modi in cui l'uomo reagisce di fronte a situazioni estreme. La prima scioccante tragedia è la morte della figlia di Tyreese e del suo fidanzato per un macabro accordo, in base al quale dopo aver consumato il primo rapporto sessuale si sarebbero uccisi a vicenda, ma solo un colpo va' a buon fine, Chris illeso viene strangolato da Tyreese accecato dal dolore; non è solo la tragedia a scioccare ma la scoperta che nonostante Julie non sia stata morsa torna in vita tentando di mordere il padre sbattendoci cosi in faccia la cruda realtà, sono tutti infetti, sono tutti morti che camminano. Questa rivelazione convince Rich a tornare ad Atlanta per chiudere un vecchio conto, finire Shane. Intanto fatti ancora peggiori avvengono nella prigione durante la sua assenza: Andrea e Glenn sono costretti ad abbandonare Tyreese durante una spedizione di pulizia convinti che sia spacciato perché circondato da Zombie, e le figlie più giovani di Hershel vengono trovate brutalmente decapitate, l'unico indagato è Dexter visto i suoi precedenti e viene subito chiuso in una cella. Al suo ritorno Rich viene subito informato dei fatti e non dandosi pace per la fine dell'amico torna in palestra dove scopre che Tyreese è vivo e vegeto ed è riuscito da solo a ripulire l'intera area. Infine si scopre che l'assassino delle piccole è Thomas, il contabile silenzioso che assale Andrea con un coltello, cosi si chiude questo capitolo ma non i nostri dubbi, riuscirà la ragazza a sopravvivere o rimarrà anche lei senza testa?.


Dal 15 marzo in tutte le edicole arriva il 5° volume "Un taglio al passato". Invia la tua recensione (max 30 righe) a thewalkingdeaditalia@live.it - Le migliori verranno pubblicate nel sito!

2 commenti:

  1. a mio parere la migliore è la recensione N°1 , poichè è l'unica che narra gli eventi e dà il proprio parere sulla storia appena letta senza dilungarsi su cose non fondamentali in una recensione che deve avere un numero limitato di parole...

    RispondiElimina
  2. non vedo lora che esca el 5° volume ... peccato che ne esce solo 1 al mese!

    RispondiElimina

Lettori fissi