......
................................................... ..... ..... ..... .....

Cerca nel blog

La serie tornerà in onda con la 4° stagione il 13 ottobre. Benvenuti su The Walking Dead Italia.

martedì 27 novembre 2012

Recensione 3x06 "Hounded"

L’episodio inizia nei boschi limitrofi di woodbury dove un piccolo gruppo guidato dal maggiore dei fratelli Dixon, Merle, intento ad inseguire le tracce di qualcuno che si scoprirà essere Michonne (da qui il titolo dell episodio “la preda”), seguito da Tim (l’asiatico che spesso abbiamo visto nel corso della serie), Crowley e una new entry del gruppo di ricognizione, Gargiulio (detto “Neil”). Il gruppetto trova subito un traccia, volontaria, della loro preda ovvero un criptogramma costituito da parti mozzate di uno zombie che formavano una G, una O e una schiena… Neil risolverà l’enigma in “GO BACK”. Merle, per niente spaventato dalla cosa, urla a gran voce il nome di Michonne, schernendola e incoraggiandola ad uscire… la preda non se lo fa dire 2 volte e sbuca da un albero mozzando di netto la testa di Crowley e trafiggendo il piccolo Tim con la sua katana, per poi fuggire nel bosco seguita dai proiettili di Merle dei quali, uno, riesce a colpirla di striscio ad una gamba.
Dopo la sigla iniziale, ci viene presentata la stessa scena del cliffhanger (che tale non era, poiché i lettori del comics già immaginavano una telefonata molto piu che “intercontinentale”) che ci ha lasciato l’episodio 3x05. Ritroviamo Rick intento ad alzare la cornetta dello squillante telefono. Si scoprirà essere una donna all' altro capo del telefono, che lo informa di essere insieme ad un gruppo di persone al sicuro in un posto lontano dagli zombie. Di risposta Rick, disperato, gli chiede dove e di poterli raggiungere… la ragazza gli nega quest’informazione giustificandosi di doverne prima parlare col il suo gruppo. Quindi riaggancia lasciando Rick ancora in lacrime.
Le scene di nuovo si spostano nella cittadina di Woodbury dove Andrea chiede al governatore di poter essere utile alla comunità proponendosi come guardia alle mura della cittadina viste le sue abilità di tiro. Philip accetta.
Tornati di nuovo nel locale caldaie, dove Lori ha trovato la sua tragica ma (se vogliamo) eroica fine, ritroviamo ancora una volta Rick davanti al telefono. Irrequieto ed impaziente di sentirlo di nuovo squillare, viene accontentato. Stavolta gli parlerà un uomo che gli farà un piccolo interrogatorio; poiché il posto dove Loro si trovano è privo di attacchi, morsi e perdita di coscienza, la voce misteriosa si interroga sul fatto che Rick sia pericoloso. Domanderà una serie di cose riguardanti le azioni dell uomo in questa brutta apocalisse e anche la causa della morte di sua moglie… rick, incredulo, gli domanderà come egli ne fosse a conoscenza. Dopo una spiegazione “ragionevole” gli ripete la domanda… Rick rifiuta di rispondere e l’uomo aggancia scatenando una piccola esplosione di rabbia da parte del nostro sceriffo.
Andrea nel frattempo dà prova di non avere paura degli zombie, scavalcando il muro e abbattendone uno con il completo disappunto della ragazza che la doveva istruire.
Herschel, nel frattempo, scende nel locale caldaie dove si trova Rick; dopo una piccola conversazione il vecchio veterinario arriva al punto, ovvero racconta le parole di Lori sul loro rapporto, dicendo che era sinceramente dispiaciuta e che avrebbe voluto poter rimettere le cose apposto. Di tutta risposta, Rick, accenna delle conversazioni telefoniche ricevute, sulla possibilità di andare in un posto REALMENTE sicuro e del fatto che stesse aspettando altre chiamate, negando al vecchio di poter rimanere per assistervi.
Nel bosco intanto prosegue l’inseguimento di Merle e Neil ai danni di Michonne. Stavolta l’attacco a sorpresa, non sorprende il vecchio Dixon che finalmente riesce a disarmarla ma non a sopraffarla complice un agguato da parte di un gruppetto di zombie che sparpaglia di nuovo preda e predatore (nel frattempo è diventata dubbia la nomina di chi sia chi).
Nell ufficio del governatore, intanto, Andrea viene convocata per apprendere la notizia della sua esclusione dal muro di guardia… nella piccola conversazione i sentimenti di entrambi vengono ancora un po’ a galla, dopo che la biondina rivela di aver apprezzato i combattimenti nell arena.
Di nuovo la scena si sposta nel bosco dove Merle, col naso rotto, decide di averne abbastanza e di voler ritornare in città raccontando di aver ucciso Michonne. Neil non approva la decisione e punta i piedi sull argomento, poiché rivela di non voler mentire al governatore. Merle non si fa problemi e spara a bruciapelo in testa al povero giovane. Michonne, ferita e zoppicante recupera il suo zaino, ma accade una cosa che mai aveva considerato… un altro gruppetto di zombie le passa accanto ma sembrano non accorgersi della sua presenza… a quel punto le torna in mente di essersi completamente imbrattata di sangue e budella di non-morti durante la colluttazione avvenuta in precedenza e che, conciata in quel modo, poteva avere un'altra ottima alternativa ai 2 zombie al guinzaglio per mimetizzarsi.
DRRRINNNN… nel locale caldaie il telefono squilla di nuovo e alzata la cornetta per la terza volta, una voce femminile chiede a Rick perché non abbia voluto parlare di Lori e di come sia morta, concludendo con una frase che ha lasciato il nostro protagonista senza parole o quasi: <<dovresti parlarne Rick!>>……. Balbuziente, Rick, chiede come sapesse il suo nome ma la conversazione si interrompe di nuovo.
In una scelta di sequenze molto confusa, eccoci tornati alle prese con Michonne. Ancora stanca e zoppicante riesce a raggiungere una piccola strada di periferia con edifici che la costeggiano… La calma è solo apparente poiché una macchina giunge proprio sulla strada. Si scopriranno essere Glenn e Maggie giunti per fare scorta di cibo e latte in polvere per la piccola… trovato ciò che stavano cercando e pronti per tornare alla prigione, Merle li interrompe prendendo in ostaggio Maggie e costringendo Glenn a guidare fino a Woodbury, il tutto davanti agli occhi di una Michonne, che cautamente, rimane nascosta.
Tornati nella prigione, ma non da Rick, vediamo Daryl, Carl e Oscar girare in un ala della prigione alla ricerca di eventuali rifornimenti e zombie da abbattere… ne uccidono uno e scoprono che già qualcuno aveva provato ad ucciderlo. Il mistero è presto risolto poiché, conficcato nella guancia, Daryl riconosce il coltello di Carol, gettando il piccolo Dixon in uno sconforto mai visto sin dai tempi del ritrovamento di Sophia.
In un'altra parte della prigione ecco di nuovo il telefono che squilla. Rick in un primo momento esita ma poi risponde… La voce che sentirà gli schiarirà ogni dubbio rivelandogli i nomi dei 3 già ascoltati prima… le voci appartenevano a Amy, Jim e Jacqui, i suoi compagni d’apocalisse tristemente defunti. Il nome successivo, quello della persona con la quale sta parlando, lo scoprirà de sé… Lori. La conferma a sé stesso arriverà seguita dalle lacrime e dalla disperazione del nostro protagonista che si incolperà di non esser riuscito a proteggerla e sistemare le cose tra i 2 rivelando i sentimenti che ancora prova nei suoi confronti. La voce di Lori lo rassicurerà dicendogli di dover andare avanti e di proteggere Carl e la piccola bimba… Resosi finalmente conto di parlare con un allucinazione, Rick riaggancia…
Nel frattempo la love story di Andrea e del governatore raggiunge il suo apice davanti a 2 bicchieri di whiskey, per poi spostarsi nelle lenzuola del governatore. Come spesso accade qualcuno alla porta li interrompe, il governatore si alza ad aprire trovandosi davanti Merle che lo informa della perdita dei suoi uomini ma della riuscita della missione… con un piccolo bonus ostaggi.
Parlando di perdite lo scenario si sposta (per l’ennesima volta) nei corridoi della prigione, dove troviamo un Daryl molto irrequieto intento a battere il coltello sul pavimento, mentre qualcuno (o qualcosa) tenta di aprire incessantemente una porta senza riuscirci… stufo di questo, Daryl la apre al posto suo convinto di trovarsi davanti un altro zombie da abbattere… ma con enorme sorpresa troverà una disidratata e stanca Carol!!! Che sarà portata in salvo, in braccio al piccolo Dixon diretto dagli altri che nel frattempo si godono l’attesa di un pasto preparato da beth… giunge anche Rick tra di loro e, incoraggiato ad andare avanti dalle telefonate ricevute, và verso la piccola appena nata, prendendola in braccio e facendosi scappare anche un sorriso.
Ancora sorridenti escono all esterno, fino a che il sorriso di Rick scompare in vista di qualcosa di strano alle recinzioni della prigione… consegnata la piccola a Carl si reca a verificare, scoprendo che in mezzo agli erranti, appoggiata alla rete, Michonne lo fissa con uno sguardo immobile lasciando noi telespettatori con un ennesimo cliffhanger tipico di questa strabiliante serie….

RIFLESSIONI:
Dopo un puntata un po’ piu “statica” come lo era “say the word”, ci ritroviamo catapultati in un “hounded” decisamente piu movimentato sotto il punto di vista dello scorrimento- trama.
Un personaggio degno di parola e che per un attimo mi ha anche confuso è sicuramente Merle; il Redneck infatti aveva dato una prima impressione di sé sul tetto del centro commerciale di Atlanta nei primi episodi della serie mostrandosi uno zotico incurante degli altri ma dotato di una forza bruta e una capacità combattiva degna di merito come ci ha anche mostrato nella cittadina di Woodbury, in uno scontro face-to-face con Martinez all interno dell arena appositamente creata dal Governatore, quale intrattenimento (e a suo dire insegnamento) per gli abitanti della cittadina. Ci ha mostrato, inoltre, un lato buono del suo carattere che ruota incessantemente intorno a suo fratello Daryl e alla sua incolumità, si comporta decentemente con Andrea e compie senza batter ciglio ogni ordine a lui dato dal governatore.
Tuttavia, come ho già detto, la mia confusione è stata momentanea poiché, proprio in questa puntata ritroviamo il vecchio bastardo Merle, desideroso di poter uccidere Michonne, senza il minimo scrupolo nell uccidere il povero Neil e talmente egoista da stancarsi di essere preso a pedate in faccia e tornare a Woodbury raccontando una bugia al Governatore. Bugia che tutti noi sappiamo avrà vita breve, causando non pochi guai al maggiore dei fratelli Dixon. Tuttavia lo trovo uno dei “badguy” necessari alla serie poiché è grazie a lui che la trama assume caratteri interessanti; come il rapimento di Glenn e compagna che sicuramente darà un impennata alla trama in corso proiettandoci nel contesto del finale della mid-season scatenando la scintilla fatale tra i 2 gruppi…
Michonne invece, non sembra passarsela bene in questo episodio e la cosa mi “piace” veramente tanto, poiché inizialmente ci era stata introdotta come una macchina uccidi zombie imbattibile e inarrestabile. Qui invece si torna alla realtà e si vede che per la prima volta è in seria difficoltà; se non fosse stato per i Walkers non sarei cosi sicuro fosse sopravvissuta… tuttavia adesso è arrivata alla prigione e ne vedremo delle belle.

Sono anche contento per Daryl e per Carol… l'affetto che lega i due è via via cresciuto sempre più dopo il malaugurato ritrovamento della piccola Sophia. Onestamente ho qualche dubbio che si arrivi a farli mettere assieme, ma è ormai chiaro a tutti il forte sentimento che in questo momento Daryl nutra verso l’amica… Nel gruppo su facebook, infatti, già da tempo si ipotizza che sarà proprio la donna a far collidere i 2 fratelli riproponendo uno scenario simile al triangolo tra shane, rick e lori ma in un contesto totalmente differente….

Tornando sempre in ambito sentimentale parliamo di Andrea…………………………………………………….. ok fatto.

Il nostro Rick invece ha dovuto subire un bel carico emotivo da tutte queste telefonate dall aldilà. La telefonata finale con Lori mi ha davvero toccato e spero solo che dopo l’incoraggiamento ricevuto riesca a rimettersi completamente in sesto e riprendere nuovamente il controllo del gruppo e della sua vita.

Che ne sarà, invece, di Glenn e Maggie… sono stati fatti prigionieri a Woodbury e sono sicuro che per i 2 questa esperienza decreterà un enorme cambiamento nei loro caratteri; specialmente in quello di Maggie visto il promo che ci è stato mostrato… preferisco non dilungarmi su questo fatto poiché molti non sanno di cosa stò parlando ma chi segue il fumetto, già può avere una lungimirante idea di cosa avverrà nella prossima puntata.
Come detto in precedenza, il loro rapimento sarà un apripista nel conflitto (inevitabile) tra i 2 gruppi e visto che ormai siamo quasi giunti al finale della mid-season possiamo aspettarci un cliffhanger decisamente sconvolgente… in tutto questo; da che parte starà Andrea?

Doriano Papini

Nessun commento:

Posta un commento

Lettori fissi