......
................................................... ..... ..... ..... .....

Cerca nel blog

La serie tornerà in onda con la 4° stagione il 13 ottobre. Benvenuti su The Walking Dead Italia.

venerdì 5 aprile 2013

Intervista alla produttrice

Quindi, ora che la stagione si è conclusa, dove ci ritroveremo narrativamente?
Il mondo non è certamente più sicuro. Anzi, diventerà molto più complicato nella prossima stagione. Penso che il nostro gruppo di sopravvissuti sia diventato un po' troppo tranquillo riguardo alla minaccia zombie. Invece è una minaccia molto serie.

Gli ascolti quest'anno sono stati sorprendenti. Tutto questo è una sorpresa per te?
Quando abbiamo iniziato, credevamo di appassionare i fan del fumetto e i fan del genere, invece sento sempre più persone dire che non avrebbero mai pensato di diventare dipendenti da uno show di zombie - anche se non è sugli zombie. E' solo quando si rendono conto che "The Walking Dead" riguarda in realtà i sopravvissuti, che tutto ha un senso.

Alcuni personaggi non sono sopravvissuti alla stagione. L'ho chiesto già a Glen Mazzara, ma vorrei sentire la tua risposta: Ci sono personaggi che non si possono uccidere?
No.
 
Nemmeno Daryl?
Noi non pensiamo "dobbiamo fare qualcosa di sconvolgente, uccidiamo un personaggio". Questo non è il modo in cui affrontiamo la cosa. Noi non lo facciamo indiscriminatamente. C'è sempre una ragione e il motivo per cui lo facciamo è vedere le reazioni dei personaggi rimasti in vita. L'unico modo per decidere se qualcuno sta per morire nello show è quello di vedere come gli altri personaggi reagiscono alla situazione. In questa stagione, l'abbiamo visto con il personaggio di Rick per la morte di Lori; lo stesso con Carl. Ci sono alcuni show che pensano, "Uccidiamo qualcuno cosi' gli ascolti salgono", ma non è il nostro caso. Noi non facciamo questo.

Parlando di Daryl, secondo te, perché è diventato uno dei preferiti dei fan?
Perché Norman Reedus è l'attore perfetto per portare Daryl alla vita. E' una delle persone più fantastiche del pianeta. Norman è una persona umile e disponibile, e Daryl ha alcune qualità che attirano. E' il superstite perfetto per questo tipo di apocalisse, perché ha una serie di abilità. E' un uomo che ha subito molti traumi, e la maggior parte delle donne sentono che il loro amore e le loro attenzioni sistemerà ogni cosa. E poi lui ha un cuore d'oro.

Scott Gimple è la persona giusta per sostituire Glen come 'showrunner'?
Il cast conosce Scott Gimple così come gli altri sceneggiatori. E' con noi dall' inizio della seconda stagione, siamo una famiglia. C'è una grande continuità. Ha scritto alcuni degli episodi più forti ed è entrato nello show da grande fan dei fumetti. Va d'accordo con tutti e ha rispetto per tutti.

Ci sono discussioni in questo momento su quanto avvicinarsi al fumetto di Robert Kirkman? Oppure la serie ha intrapreso una sua strada?
Sono due binari separati che talvolta si intersecano. Dal momento che Robert Kirkman è nella stanza degli scrittori, ogni cosa ha la sua approvazione. E' coinvolto in ogni decisione riguardante il destino dei personaggi e le loro interazioni. @

5 commenti:

  1. The Walking Dead é una serie unica e imprevedibile ed é per questo che la amo! <3 Il motto principale della serie é: Fight The Dead, Fear The Living e quindi significa Combatti I Morti, Difenditi Dai Vivi...in un mondo post-apocalittico nessuno può ritenersi al sicuro.

    RispondiElimina
  2. Per ora è uno dei personaggi che più ODIO, ma nell'ultima puntanta ha guadagnato qualche punto, parlo ovviamente di Carl, se per caso, nella prossima serie il suo lato oscuro avrà il sopravvento allora potrei anche decidere di togliere questo piccoletto dalla mia lista nera XD

    RispondiElimina
  3. A proposito del Carl della versione a fumetti, ne parlo qua. Ovviamente è un post pieno di spoiler. http://sonoioche.blogspot.it/2013/04/quei-due-maledetti.html
    Nel fumetto il personaggio è più complesso e drammatico... Mi mette ansia. E anche per questo che è un capolavoro. Nel telefilm c'è forse qualcosa da aggiustare.

    RispondiElimina
  4. Sempre le solite domande... sempre le solite risposte... un po' di pepe ragazzi!

    RispondiElimina
  5. Mentre tutti i personaggi affrontano il nuovo mondo con un loro bagaglio di esperienze ed un carattere già formato, Carl no! Quando si dice che nella vita si cresce con le esperienze, pensate un po' come è destinato a crescere Carl...

    RispondiElimina

Lettori fissi