......
................................................... ..... ..... ..... .....

Cerca nel blog

La serie tornerà in onda con la 4° stagione il 13 ottobre. Benvenuti su The Walking Dead Italia.

lunedì 8 aprile 2013

Recensione 3x16 "Welcome to the Tombs"

Ho apprezzato i primi fotogrammi della puntata: Telecamera che inquadra, con un primo piano, l’occhio di qualcuno e piano piano si allontana rivelando il Governatore. Se ricordate bene la primissima scena della 3x01 iniziava allo stesso modo, solo che il soggetto poi era uno zombie. Hanno chiuso la stagione esattamente come l’hanno cominciata e sono quei piccoli dettagli che a me personalmente fanno davvero piacere, poiché quel piccolissimo accorgimento ha tenuto fede al motto della terza stagione: fight the dead (lo zombie) Fear the living (il governatore)… magari sono io che mi faccio dei castelli in aria stratosferici ma, dal momento che l’episodio NON meritava di essere definito “season finale” cerco di salvare quel poco di stima che ho verso gli autori della serie.
Ho trovato l’episodio in sé abbastanza buono o comunque molto meglio di altri trascorsi in questa stagione. Come ho detto prima, però, non meritava minimamente di essere definito in quel modo, una season finale dovrebbe metterti sottopressione dall' inizio alla fine, coinvolgerti emotivamente piu di ogni altro episodio e ogni situazione dovrebbe avere un esito o al limite un punto chiaro nella trama e soprattutto farti venire una voglia maniacale di sapere come proseguiranno le vicende. In “welcome to the tombs” non ho trovato niente di tutto questo. Sicuramente ci sarà un altro salto temporale quando rivedremo i nostri eroi ma non mi domanderò “cosa sarà successo in questi mesi scuri?” perché tanto lo so gia… lamentele condivise sull' attuale stato di salute e torneini di scopa, briscola e pinnacola a go go!!!! Visto che il team prison adesso è composto dall 80% di anziani e bambini piccoli.

Detto questo, l’episodio non è stato da buttare, è semplicemente stato deludente.
Ci sono momenti che mi sono piaciuti, come Milton, il Governatore e Andrea all' inizio dell' episodio e nello specifico la battuta finale del Governatore poco prima di chiudere la porta della sala torture “in questa vita o uccidi o muori…. O muori e poi uccidi.”.
Finalmente abbiamo capito che in realtà le visioni di Rick erano “semplicemente” la manifestazione del residuo della sua umanità. All' inizio pensavo fossero semplici visioni di senso di colpa innescate dai momenti di stress… ma dopo che, nella scena finale, Lori non è più apparsa finalmente ho capito, o meglio, ci sono arrivato.
E’ stata interessante anche la tattica di Rick e co. riguardo l’attacco del Governatore… all' inizio non capivo perché mai un miniesercito di persone armate venisse sconfitto da 2 persone che sparavano a caso… ma poi pensando e ripensando sono giunto alla conclusione che hanno sfruttato la piu grande debolezza degli abitanti di Woodbury, ovvero l’inesperienza. Quelle persone sono sempre state adagiate sugli allori e abbassando la guardia verso le varie minacce ha prevalso il senso piu importante in una situazione di pericolo… la sopravvivenza. Pertanto hanno fatto semplicemente quello che molte persone non preparate alla guerra avrebbero fatto davanti ad una minaccia… sono fuggite. Ovviamente questo è il solito mio pensiero, giunto per trovare un senso alle cose. Dinnanzi alla sconfitta il Governatore ha mostrato a tutti la sua follia uccidendo i suoi stessi uomini… dal primo all' ultimo. Rivelando anche a noi la completa trasformazione di un uomo che dal voler proteggere le persone che si affidavano a lui, è finito per ucciderle soltanto perché non erano utili alla sua causa. Le sue opzioni erano chiarissime: o siete con me o siete contro di me e in quel caso non siete utili nemmeno alla vostra stessa vita.
Il gesto di Carl invece è stato chiarissimo, anche perché lo ha spiegato, e nella sua assurdità aveva un senso ad essere onesti. La trasformazione avuta dal ragazzino è stata incredibile e giudicando a mente fredda, impersonandosi in una situazione pari alla loro e vedendo le situazioni di causa-effetto capitate al nostro gruppo… aveva un senso come ragionamento. Purtroppo educare un figlio ad avere rispetto della vita, quando la vita potrebbe finire per chiunque da un momento all altro non dev’essere uno scherzo. Questo avvenimento, dopo la morte di Sophia (la speranza), Dale (l’umanità) e Shane (la fiducia), ha ucciso un altro sentimento strettamente legato alle cose belle della vita… l’innocenza.
Potrei dilungarmi per altre 5000 parole sulle cose che invece non mi sono affatto piaciute, come la tanto acclamata guerra tra prigione e woodbury, tirata per tutta la stagione e facendoci credere sarebbe stata una cosa epica… invece è durata 5 minuti; il fatto che dessero un po’ più di considerazione al trauma di Daryl per la scomparsa del fratello, anziche una battuta scrausa giusto per… ; oppure la domanda che affligge tutti noi “Andrea ma se Milton sta cercando di resistere per darti il tempo di liberarti e salvarti, per che cazzo stai li a parlare? Vuoi anche una tazza di the? Non le sai fare 2 cose insieme?”. Tuttavia, come ho detto sono cose che gia tutti sappiamo e non ho voglia di ripensarci proprio perché, scrivendo queste riflessioni inizio ad apprezzare un po’ di piu l’episodio e non voglio far scendere questo appagamento “artificialmente costruito”.
Venendo al punto chiave dell' episodio, vorrei parlare proprio di Andrea e del suo epilogo.
Purtroppo, come tutti abbiamo visto, Andrea ci ha lasciati in un modo abbastanza ridicolo e senza senso. Ho visto l’ipocrisia di tantissime persone venire a galla in questi pochi giorni… persone che pregavano, speravano per la sua morte magicamente si sono presentati nei post infuriati proprio per il destino della biondina. Personalmente, e magari risulterò impopolare, decidetevi o almeno non commentate controdicendovi.
Io stesso ero deluso da lei, ma non ho mai pregato per la sua morte, ma solo per una sua redenzione e speravo questa potesse avvenire finalmente, dal momento che il capitolo Woodbury (inteso come città) si era chiuso. E’ stata una scelta, quella degli autori, propriamente COMMERCIALE ed è una cosa che odio di una serie tv. Tutte le migliori serie tv davano ascolto ai desideri dei fan e sono finite in rovina proprio per quelle scelte; spero che questa decisione sia la prima ed ultima per il futuro della serie. Non potrà reggersi sempre e solo sul nome dell' opera e su promesse della serie “questa sarà la stagione migliore/ ritorneremo ai livelli della prima stagione. Etc.. etcc…”.
Chiuso il mio piccolo sfogo, torniamo alla sequenza chiave dell' intero episodio.
Sebbene molto amareggiato dall' accaduto, mi è piaciuta davvero la scena di Rick che irrompe nella stanza.
Le allusioni tra lui e Andrea mi hanno trasmesso molta nostalgia e tristezza e in un lampo mi sono rivisto tutta la prima serie nella mia mente. I momenti chiave sono stati 2:
-“so come funziona la sicura adesso”, tutti ricorderanno del primo incontro tra lei e Rick nel centro commerciale, quando Andrea punta l’arma in faccia a Rick terrorizzata dall' imminente situazione di crisi.
La battuta ha persino strappato un sorriso fugace a Rick che la saluta lasciandole la sua Piton per compiree l’estremo, sebben necessario, gesto.
-“io ci ho provato”… questa si può ricondurre a 2 differenti momenti, ovvero, il fatto di aver provato a salvare tutti e al fatto di aver provato ad andare avanti, a sopravvivere dopo la morte della sorella. Quello fu un momento veramente straziante per lei, un momento nella quale ripudiava la sua stessa vita… Grazie a Dale però, ha scelto di vivere o, appunto, di provare ad andare avanti.
Michonne invece ha deciso di starle vicino fino alla fine, così come erano abituate a fare durante l’inverno. Le lacrime non si sono risparmiate e sarà molto interessante vedere come questo cambierà il modo di fare della guerriera.
Durante questa stagione tutti noi abbiamo criticato le scelte di Andrea e il suo rifiuto ad ammettere la vera natura del Governatore. Ma mai abbiamo considerato cose molto utili, piccoli indizi lasciati, riguardo la sua vita. In primis lei non poteva sapere quello che sapevamo noi e anche nelle situazioni sospette non c’erano le basi per decidere di andarsene, anche se il voltagabbana ai danni di Michonne fu imperdonabile e se le avesse dato ascolto, magari sarebbe stata ancora viva… o sarebbe morta prima.
La cosa che tutti noi ci siamo dimenticati di lei, invece, è che prima dell' apocalisse, lei era un avvocato di successo nella difesa dei diritti civili… aveva fiducia nelle persone e ha sperato fino alla fine di poter fare qualcosa per evitare spargimento di sangue inutile.
Purtroppo i se e i ma a questo punto sono ancor piu futili di quanto non fossero prima.
L’episodio si conclude con dei “nuovi” (o vecchi?) inquilini all' interno delle mura della prigione, lasciandomi un po’ amareggiato da tutte le decisioni prese da parte di chi di “the walking dead” ne aveva fatto un capolavoro.
Adesso dovremo aspettare fino al 20 di Ottobre per sapere come se la sono cavata i nostri eroi ma, per la prima volta e non lo dirò mai piu, a me di sapere cosa succederà, al momento, non me ne può fregar di meno.

Doriano Papini.

22 commenti:

  1. MI PIACE TANTISSIMO COME SCRIVI E COME LA PENSI..
    CONDIVIDO TUTTO.

    RispondiElimina
  2. D'accordissimo, tranne sull'ultimo.. sebbene non abbia brillato la seconda parte della 3° stagione, a me comunque è piaciuta abbastanza e sono curioso di sapere cosa accadrà ad ottobre... insomma, chi sarà questo/i nuovo/i personaggio/i, che fine ha fatto il Governatore e come si concluderà la vicenda della guerra prigione-Woodbury... Sono rimasto un po' deluso per Andrea, a me è dispiaciuto molto, già da quando fu "abbandonata" alla fattoria e salvata da Michionne. Detto questo, io aspetto con ansia Ottobre :) (Che poi non era il 30 Settembre? Io avevo letto il 30 settembre...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho solo due tre cose da dire :
      1) Chi ha letto le interviste fatte a Laurie Holden dovrebbe aver capito che, proprio come evidenziato in questa recensione, Andrea era ed È un avvocato per i diritti umani, quindi cercava di "salvare tutti" senza ulteriore spargimento di sangue, compreso il sangue dello stesso governatore. Si, ha fallito miseramente, si, non è la spaccaculi che vogliamo, ma non gettiamogli troppa m**** addosso.
      2) Per chi critica la decisione di Rick di accogliere gli abitanti di "WoodBerry" nella prigione anzichè trasferirsi in una città più sicura contro gli zombie : il governatore è ancora li fuori e lui conosce molto meglio la sua città che non una prigione. Giocare in casa è sicuramente un ottimo vantaggio, come lo si è dimostrato in questo "Season Finale". Ma non è questo il punto: Rick ha accolto tutti questi vecchi e bambini perchè, almeno da quello che ho capito, vuole dare un nuovo imprinting alla sua vita, per dare un esempio migliore al figlio, specialmente dopo quanto successo con il ragazzo che ha freddato. Rick vuole accogliere le persone attorno a lui e non più ucciderle, si può vivere insieme!
      3) Scrivendo scrivendo mi sono scordato la terza cosa :P

      Elimina
  3. Questa stagione è stata gestita molto male, si vede che c'era aria da resa dei conti nello staff, però arrivare a dire che non t'importa della prossima serie, mi pare esagerato. Questo telefilm rimane per me uno dei migliori degli ultimi anni, nonostante certi errori che sono evidenti a tutti. D'accordissimo con te invece sulla morte di Andrea: non che non dovesse morire, ma insomma, voleva prendere anche il thè con zombie-Milton?

    MAURO AGNOLI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho scritto in altri post (e credo sia questo lo stato d'animo di chi ha scritto la recensione), non si tratta di mancanza di interesse a priori.
      Io adoro The Walking Dead, ma la suspense, l'ansia o l'aspettativa vengono create dalla puntata e non da un apprezzamento in generale sulla serietv.
      Ho rivisto l'ultima puntata 6 volte per quanto mi è piaciuta, ma (per me) non è un Finale Season, non è la puntata (magari di 2 ore, come in molte series) con tensione costante, che "finisce ma non finisce" e che per 3 giorni ti fa rivoltare come un calzino tutti siti web per avere uno spoiler o magari una specie di promo.
      Sono curiosa di sapere cosa accadrà, ma nulla di più.
      In altre serie tv dopo il Season Finale volevo rompere il Pc imprecando "non può finire così, come faccio ad aspettare 6 mesi?..."

      Lu

      Elimina
  4. Sono d'accordissimo con te specialmente sul velato ma costante senso di fastidio che traspare dalla tua pubblicazione dato probabilmente dalla miriade di imperfezioni presente nella serie che, come fan della serie, ho dovuto reprimere anche io altrimenti non sarei rimasto tale a lungo. Cmq una cosa la devo dire: il modo in cui Hershel si è fatto mordere dallo zombie in questa serie è l'apoteosi della stupidità e basta solo quello per capire che gli scittori fanno le cose un po a cavolo, senza contare che io sono un appassionato di strategia e tattica, sopravvivenza e armi, da questo punto di vista questa serie TV è no sfacelo

    RispondiElimina
  5. ottima analisi, condivido ogni virgola

    RispondiElimina
  6. Mi pare ovvio che i nuovi inquilini, eccetto un paio di persone, moriranno in un attacco zombie proprio come quello in cui muore Amy e Jim diventa infetto.Credo che questo sia il ritorno alla prima stagione.

    RispondiElimina
  7. bella rece :-) ma secondo me questa terza stagione ha brillato sempre, per ora è la migliore, trovo invece che la seconda, dall'inizio fino verso la metà fosse una gran palla, pareva beautiful, ero quasi tentato di smettere di seguire la serie, ma dal ritrovamento di sophia in poi il tutto è ripartito alla grande

    RispondiElimina
  8. condivido tutto, specialmente l'ultima parte
    alla fine sia della prima (ovviamente) che della seconda avevo sempre una gran voglia di sapere come continuava la serie perchè ogni puntata era fondamentale, mi rendo conto solo ora (quando dicevo che 6 puntate erano poche) che era molto meglio prima quando di puntate cen'erano poche ma di qualità assolutamente non paragonabili alle attuali.
    Spero vivamente che si torni un pò alle origini, ora come l'attesa non la sento minimamente anzi probabile che del 20 ottobre me ne ricordo un paio di giorni prima.

    RispondiElimina
  9. "per la prima volta e non lo dirò mai piu, a me di sapere cosa succederà, al momento, non me ne può fregar di meno."

    . Ora avanti con Games of Thrones :D

    RispondiElimina
  10. PROUD TO BE A FAN OF THE WALKING DEAD <3

    RispondiElimina
  11. THE WALKING DEAD RESTA E RESTERA' PER SEMPRE LA MIGLIOR SERIE TV DI TUTTI I TEMPI E PER ME SUPERA TUTTE LE SERIE TV DI TUTTO IL MONDO!
    IN ATTESA CHE ARRIVI LA 4 STAGIONE GUARDERO' DI NUOVO TUTTE E 3 LE STAGIONI.FORZA THE WALKING DEAD!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  12. Recensione eccellente (nel senso che la penso allo stesso modo).
    Metterei l'accento su Carl.
    Come diceva Lory nella II stagione, tutti i protagonisti della serie hanno un passato nel vecchio mondo, più o meno felice, che ricorderanno. Carl no. Carl crescerà con gli zombies e ha le potenzialità per essere "il migliore".
    Rick, Shane, Merle... chi di loro aveva mai sparato, ucciso o dormito con un occhio aperto a 7(?) anni.
    Il suo ragionamento fatto al padre è sì freddo, ma anche lucido e lungimirante.

    RispondiElimina
  13. Sinceramente la dipartita di Andrea mi ha deluso parecchio. L'abbiamo vista nella puntata precedente eliminare 3 zombi nel bosco con un coltellino da campeggio, mantenendo una calma glaciale, da veterana di guerra e adesso con una mano libera e le pinze nell'altra si fa sopraffare da Milton,...ma mi faccia il piacere (così direbbe il grande Totò)!!! Ma piantagli le pinze in fronte con tutta la forza che hai!!! E poi finisci di liberarti.
    Se proprio deveva morire, gli sceneggiatori avrebbero dovuto evitare che si liberasse dalle manette. A quel punto Andrea, con le mani bloccate, non avrebbe avuto alcuna possibilità contro l'attacco del povero Milton. Successivamente, i nostri eroi giunti all'esterno della stanza notando la presenza di sangue ed udendo i lamenti dell'azzannatore capiscono cosa potrebbe essere accaduto e decidono di entrare. Dopo aver eliminato Milton (magari da Michonne) si rendono conto della brutta fine della loro amica. Le frasi pronunciate da Andrea nel suo monologo finale "ci ho provato", le si possono far dire da Rick o Daryl o la stessa Michonne: "ci ha provato". Anche perchè vedendola legata capirebbero immediatamente che Andrea s'era ribellata al Governatore, ma fallendo nel suo tentativo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io mi sono chiesta perchè non sia riuscita ad uccidere Milton...lei era Andrea...ha sparato a sua sorella cavoli!!!Secondo me mostrare che era riuscita a liberarsi ha indotto molti a pensare che ce l'avrebbe sicuramente fatta e vederla poi morsa così è stato ancora più drammatico e irritante che vederla morsa con le mani legate come doveva essere la scena originale.

      Elimina
    2. secondo me aveva tutti i muscoli intorpiditi... stare per ore (giorni?) seduta immobile e poi doversi sbrigare per respingere un peso morto che ti viene addosso non dev'essere stata una passeggiata.... e infatti....

      Elimina
  14. sta diventando ciclico...inizia un stock di episodi con qualche nuova entrata e nuovi fortini..alla fine della serie,cade il fort e qualcuno del gruppo "rimane sul campo!".
    Le armi sono le vere protagoniste della serie..i viveri e il resto sembra che non manchino mai.
    La minaccia degli zombie, sembra diventata un optional!..insomma sarebbe più sensato che i "sopravvisuti" si preoccupassero di trovare una soluzione alla minaccia, oppure di trovare una sorta di terra promessa, dove ricostituire una comunità che sappia fronteggiare la minaccia..
    Invece ho l'impressione che stiano girando in tondo!mah!

    RispondiElimina
  15. Quella prigione ha stufato,perchè non cercarsi un posto un isola o in montagna..,perchè non mettere in mezzo qualche centro scientifico batteriologico dove si studiano il problema degli zombie magari protetti da un esercito.. non si sa neppure da che cosa è nata questa epidemia..

    RispondiElimina
  16. Esordisco con una provocazione: speriamo che questa serie non faccia la fine di Lost. E cioè, per portare avanti un successo lo si prolunga oltremodo sconfinando nell'assurdo anche per tipologie di serie come questa.

    La prima serie non ha bisogno di "presentazioni", forse solo gli episodi nel centro per le malattie demeritano leggermente.
    Nella seconda serie il focus è andato sui sopravvissuti e sul rapporto di tensioni all'interno della fattoria, con il ruolo degli zombie sempre molto importante, come è giusto che sia.
    In questa terza serie è stata introdotta Woodbury e la figura del Governatore, ottimi spunti hanno dato queste introduzioni con le reciproche "invasioni" che hanno portato allo scontro. Ma diverse puntate sono servite da "riempimento" per concludere la serie che, come molti hanno detto, non ha un vero e proprio Season Finale.

    Questo ha fatto si che, mentre nelle prime due serie i piccoli errori di sceneggiatura venissero oscurati dalla suspence che gli episodi davano ogni volta, adesso si mette molto di più l'accento sul fatto che il Governatore è diventato un terminator che prima uccide numerosi zombie da solo e senza un occhio, poi riesce a sopraffare Merle senza avere un graffio, gli unici che capiscono quanto sia pazzo sono Andrea e Milton mentre gli altri lo vedono come un dio. Oppure che nella prigione sembra sia rimasto cibo per un esercito, che gli zombie sembrano solo il contorno all'esterno della prigione e nessuno quasi se ne preoccupa più, facendo scampagnate in auto o anche a piedi senza correre la minima minaccia.

    Questi esempi (ai quali si potrebbe aggiungere anche come Hershel si fa mangiare la gamba...) sono più evidenti perchè questa stagione ha avuto un ritmo lentissimo, puntate che potevano tranquillamente essere condensate e mi preoccupa la quarta stagione, come faranno inserire il Governatore (che a mio parere doveva morire in questa serie) ed i suoi scagnozzi che decidono di stare con una persona completamente pazza in mezzo ad un mondo di zombie.
    Oppure come gestiranno l'aumento di popolazione nella prigione per acqua e cibo.

    Ecco, ad inizio commento ho fatto un paragone con Lost, proprio perchè mi sembra che la strada che hanno preso gli autori sia quella. E me ne dispiaccio, perchè TWD è una grandissima serie, tutto sommato.

    RispondiElimina
  17. io volevo Merle trasformato in "azzannatore" rendere la vita dura al Governatore. farlo veramente sbiancare prima che arrivasse Daryl.... non doveva andarsene cosi .Merle R.I.P.

    RispondiElimina

Lettori fissi