......
................................................... ..... ..... ..... .....

Cerca nel blog

La serie tornerà in onda con la 4° stagione il 13 ottobre. Benvenuti su The Walking Dead Italia.

domenica 21 aprile 2013

Intervista Christian Iansante: Non ho mai visto una puntata di The Walking Dead

Di seguito vi propongo un'interviste esclusiva, pubblicata un po di tempo fa dal sito edesubitoserial.it. Protagonista lo schietto Christian Iansante (doppiatore di Rick) che ammette di non aver mai visto una puntata di The Walking Dead.

Hai detto tempo fa, nonostante doppi Rick, che non hai una “simpatia” particolare per The walking dead...
Prima di tutto ci terrei a puntualizzare sul fatto che io ho voluto un po’ scherzare sul fatto che gli zombie mi fanno ridere. La figura dello zombie mi fa sorridere. Poi si è un po’ strumentalizzato il tutto ed è nata una polemica inutile sul fatto che io sputassi sul piatto dove mangio. Dopo di che dico anche che è una serie fatta molto bene. Questo non lo posso negare. Gli attori sono bravi. I trucchi sono bellissimi. E’ girato bene e c’è una bella fotografia. Diciamo che l’horror non è un genere che mi appassiona e che non mi ha mai appassionato. Mi ha sempre fatto ridere. Che devo fare se mi viene da ridere quando vedo uno zombie?! Sarà un mio limite, ma ciò non significa che la serie non sia fatta bene. Non posso dirlo, perché rispetto a tantissime serie è fatta molto bene. E’ un argomento che non mi appassiona, tant’è vero che io non ho mai visto una puntata di The walking dead.

Quindi non hai problemi a trovare l’entusiasmo per doppiare Rick?
No, io riesco a trovare l’entusiasmo per doppiare tutto quello che mi fanno doppiare perché mi pagano. L’entusiasmo se non lo trovo lo devo trovare per forza. Altrimenti mangerei pane a tradimento.

Il successo della serie fa presupporre che dovrai doppiarlo ancora per un po’. Visto il tipo di serie, non è che ti auguri che Rick muoia al più presto?
Sinceramente non mi importa più di tanto. Anche perché se Rick muore farò un’altra serie dove ci sarà un altro “Rick” che vivrà in altri episodi in una serie diversa.

Cosa comporta per un doppiatore doppiare un prodotto che va in onda un giorno dopo rispetto alla trasmissione americana?
I tempi stretti sono dettati dalla tecnologia. Noi non possiamo metterci contro la tecnologia. Chi racconta continuamente il passato non vive il presente e di conseguenza è un vecchio...

Visto che sei un tipo abbastanza diretto, puoi dirci i tre personaggi che hai adorato e tre che hai “odiato” (senza rinnegare nulla ovviamente)?
Che ho amato sicuramente Mark Renton in Trainspotting perché è stato il mio primo film importante. Mi è piaciuto anche doppiare Matthew Modine in Blackout di Abel Ferrara e poi mi è piaciuto doppiare Matt Damon in Will Hunting – Genio ribelle. Ne ho odiati tanti... Tantissimi! Forse quello che ho odiato di più è stato Xander in Buffy – L’ammazzavampiri. Non mi piaceva molto l’attore.
Per leggere l'intervista completa andate QUI.

27 commenti:

  1. comunque odia o non odia TWD è un grande doppiatore

    RispondiElimina
  2. un uomo pieno di entusiasmo ,non c'è che dire!simpatico quanto una galletta di riso integrale

    RispondiElimina
  3. perchè scusa??? E' uno che dice quello che pensa, senza troppi fronzoli, per me è un grande e rispetto il suo parere pur non condividendolo.
    Come doppiatore poi è uno dei più bravi in assoluto

    RispondiElimina

  4. Un pò contradittòrio! :-)

    Ciao

    RispondiElimina
  5. Dovrebbe solo metterci più anima quando doppia Rick che urla e fa l'esaurito.

    RispondiElimina
  6. Io non capisco una cosa, ma come e' possibile che non abbia visto una puntata di TWD se le deve doppiare?? Non conosco come funziona quel lavoro e quindi la mia considerazione potrebbe essere stupida, ma immagino che per doppiarla correttamente, con le giuste intonazioni e espressioni, il doppiatore debba sapere cosa accade in una determinata scena altrimenti si rischia di mettere una voce allegra al momento della morte di Lori, ad esempio. Fiero di essere smentito ma sembra che abbia detto una cavolata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il doppiatore "parla" in ogni singola scena dove c'è il suo personaggio. La scena viene fermata più e più volte per azzeccare tono e sync con le labbra dell'attore.
      E' vero, lui ha "visto" la serie. Ma lui si occupa solamente di Rick, quindi ha visto solo le scene dove c'è lui, probabilmente le avrà ripetute mille volte e ovviamente saltando pezzi di trama.
      Esempio le puntate dei simpson venivano registrate tra roma e milano, homer marge e molte voci secondarie registravano al nord, poi il cartone passava a roma dove la voce di bart e di lisa completavano l'opera.
      Insomma vedere un cartone o un telefilm senza audio delle voci ti fa capire molto poco sulla trama. The walking dead è una serie lunga e pesante con molti episodi dove rick viene dimenticato (in questa serie) capire la trama non è facile.

      Elimina
    2. Lui doppia solo le scene di Rick senza audio delle voci. Poi tutto viene rimontato con l'audio di fondo e quello delle voci.
      Lui e l'assistente di doppiaggio studiano le parole adatte da dire per azzeccare intonazione e sync con le labbra.
      Quindi un doppiatore non sa tutto su una serie perché interagisce con un personaggio solo.
      Anche ne i simpson la voce di Homer, Marge e molte secondarie venivano registrate prima a Milano, poi il cartone giungeva a Roma dove le voci di Bart e Lisa completavano l'opera. Capire la trama in questo frangente non è facile, specialmente perché ci si occupa di un personaggio per volta e poi con gli episodi intervallati dell'ultima stagione non avrà capito praticamente nulla.

      Elimina
    3. penso che quando doppiano una scena nel copione abbiano scritto purè se avere la voce felice, triste, stupita ecc.. (non me ne intendo di doppiaggio quindi potrei dire minchiate...però se ha detto che non ne ha mai vista una è l'unica soluzione che mi so dare)

      Elimina
  7. Una volta i doppiatori lavoravano mentre guardavano le scena,per dare maggior vericità all'espressione vocale.
    Questo dice di non aver visto nemmeno una puntata e si vede il risultato un doppiaggio non pessimo ma mediocre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me il suo doppiaggio sembra tutto fuorchè mediocre

      Elimina
    2. anche secondo me il doppiaggio di Rick poteva rendere meglio, ed è l'impressione che ho avuto dalla 2° stagione in poi in un crescendo, quindi il doppiatore all'inizio ci metteva più attenzione per novità, poi si è accomodato e si vedeva eccome. Non parliamo poi del doppiatore di Carl....se gli si chiede di doppaire con voce triste felice, maliconica, arrabbiata ecc, lo fà con lo stesso identico tono di voce...

      Elimina
  8. Complimenti per l'onestà, magari ce ne fossero di personaggi pubblici simili (attori, sportivi etc)...

    RispondiElimina
  9. Ma scherziamo? Lui un grande doppiatore? Conosco doppiatori che avrebbero doppiato rick in una maniera MAGISTRALE. Questo è il meno peggio in circolazione. Non diciamo cazzate. Crede di esser un popo' di doppiatore quando alla fine ce ne sono molti più bravi di lui e anche con meno esperienza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mah, non sono d'accordo, la sua voce su rick è perfetta

      Elimina
    2. Anche a me non mi fa impazzire Lansante, è monotono, si nota che non lo fa con passione ed esclusivamente x soldi.

      Elimina
  10. Christian Iansante è un grandissimo doppiatore, ma veramente grandissimo. Ha un solo limite: è antipatico, supponente e cafone come pochi e si sente il nuovo Amendola. Andate a sentirvi le sue interviste su "il mondo dei doppiatori".

    RispondiElimina
  11. Questi telefilm è meglio seguirli in lingua originale!!!

    RispondiElimina
  12. Ha una voce decisamente affascinante, sempre un po' sopra le righe; non dovrei obiettare niente sul fatto che se ne frega altamente del personaggio sul quale lavora, non credo debbano amarli per forza; però ora capisco cosa stonava nel personaggio di Rick. Per come lo interpreta, si capisce che non è mai entrato nella vicenda, lo rende più distaccato, meno coinvolto emotivamente. In generale apprezzo molto i doppiatori italiani, ma ovviamente in lingua originale è tutta un'altra storia e la bravura di Andrew Lincoln (Rick)nel non far trasparire l'accento britannico è notevole.☺

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo su Lincoln, GRANDISSIMO ATTORE

      Elimina
  13. mah io sta antipatia non la vedo e le interviste di tutti i doppiatore su "il mondo" sono tutti inferiori e meno geniali di Iansante.
    Per me è un grande

    RispondiElimina
  14. Aldilà della simpatia o antipatia che le sue dichiarazioni possono suscitare, trovo decisamente poco elegante il modo con cui si pone nei confronti del suo lavoro.. E' ovvio che il lavoro è un mezzo per guadagnare soldi: a volte lo si fa controvoglia, altre con passione o esclusivamente per necessità, però fa tristezza sentire certe considerazioni che sminuiscono il fascino di un lavoro come il suo.. Non so, se da piccolo avessi sentito la doppiatrice dei miei cartoons preferiti parlar male del proprio personaggio, sarei rimasto amareggiato.. Nella vita bisogna essere umili, e quando si ha a che fare con il pubblico bisognerebbe pensare con più intelligenza alle cose da dire..

    RispondiElimina
  15. Premetto che non seguo la serie, anche se trovo il tema "post-apocalisse zombie" molto interessante. Io considero Iansante uno dei più bravi doppiatori italiani in circolazione. Apprezzo molto la sua schiettezza e la sua coerenza. Comunque nessuno mi venga a dire che faccia il suo lavoro solo per i soldi, Iansante ci ha messo passione e sacrifici per diventare uno dei migliori doppiatori italiani, poi, per un doppiatore può capitare di doppiare personaggi considerati poco interessanti, non sto parlando di Rick Grimmes. Magari per un'altra persona può dare l'impressione di essere uno presuntuoso, ma non lo è assolutamente, poi ognuno ha la propria opinione.
    VIVA IANSANTE RE D'ITALIA.

    RispondiElimina
  16. Il grande iansante

    RispondiElimina
  17. Piuttosto pensa a quanto l'attore che interpreta Xander abbia odiato te!
    Considerato che Buffy è il peggior doppiaggio della storia dei doppiaggi... Vergogna

    RispondiElimina

Lettori fissi